Ritorna lo “sbirro” anarchico Pietro Malatesta, in perenne attesa della sospensione, attorniato dalla solita strampalata corte dei miracoli, impegnato a risolvere un caso che lo coinvolge personalmente: al parco Massari viene ritrovato il corpo di un guardiano del Museo d’Arte Moderna, tal Cuccu da Masi Torello, amico dell’ispettore, assassinato con una dose di eroina tagliata. Fra partite della Spal, ricordi dei “tempi del teppismo”, spacciatori, cliniche di recupero, nonnine che coltivano erba, pappagalli tropicali, ex brigatisti, immigrati, appaltatori edili senza scrupoli, Malatesta, in compagnia del fidato sovrintendente Gavino Appuntato, cercherà di portare alla luce la verità sull’omicidio dell’amico.

+++ Vincitore del Premio Liberi Di Scrivere Award 2012 +++
+++ Finalista al Premio Il Mio Libro 2012 +++

COSA HANNO DETTO SU “MALATESTA”

“La capacità dell’autore di immergere Malatesta in una dimensione a noi famigliare, attraverso un sottile gioco di equilibri tra suspense e ritmi più allentati, che conferiscono al suo personaggio, così come a tutti gli altri, quella credibilità che permette al lettore di provare affezione per loro e per le loro storie.”
i-libri

“I romanzi di Lorenzo Mazzoni ricordano la grande scuola di Scerbanenco. Il ritmo della narrazione non ha cadute ed è spesso sostenuto da una combinazione di ironia e humor che accompagnano nella storia senza mai abbassare la tensione.”
Enrico Pandiani, scrittore

“Se credete che gli ispettori di polizia siano tutti uguali, allora non conoscete Pietro Malatesta, lo sbirro patafisico nato dalla penna del ferrarese Lorenzo Mazzoni e genialmente illustrato da Andrea Amaducci. Un noir pieno di emozioni.”
Matteo Righetto, scrittore

“Mazzoni è uno scrittore di belle storie, alla Graham Greene.”
Il Sole 24Ore

“Uno scrittore che sa promuoversi a miglia di distanza dalle muffe letterarie delle nostre province.”
Il Mattino

“Pietro Malatesta ha l’animo un po’ rozzo e un po’ virile di un uomo come tanti, straordinariamente vero, che si tiene perfettamente in equilibrio su un tracciato narrativo altrettanto equilibrato, veloce, senza fronzoli. Consigliatissimo.”
Scrittura Informa

“Un romanzo realistico, aspro, beffardo, e anche terribilmente toccante.” Il Resto del Carlino

L’AUTORE

Lorenzo Mazzoni è nato a Ferrara nel 1974. Ha pubblicato numerosi romanzi, fra cui “Il requiem di Valle Secca” (Tracce, 2006), “Ost, il banchetto degli scarafaggi” (Edizioni Melquìades, 2007), “Le bestie/Kinshasa Serenade” (Momentum Edizioni, 2011), “Porno Bloc. Rotocalco morboso dalla Romania post post-comunista” (fotografie di Marco Belli; edizione bilingue italiano/romeno; Lite Editions, 2012), “Apologia di uomini inutili” (Edizioni La Gru, 2013). È il creatore dell’ispettore ferrarese Pietro Malatesta, protagonista dei noir (illustrati da Andrea Amaducci ed editi da Momentum Edizioni) “Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico” (2011; Premio Liberi di Scrivere Award) e “Malatesta. La Tremarella” (2012; il cui ricavato è andato interamente alle vittime del terremoto in Emilia). Diversi suoi reportage e racconti sono apparsi su “il manifesto”, “Il Reportage”, “East Journal”, “Il reporter” e “Torno Giovedì”. Collabora con “il Fatto Quotidiano”. Vive tra Milano e Istanbul.

Scarica da Amazon cliccando qui


Disponibile su tutte le piattaforme digitali
stores