*** Ad oggi le avventure di Pietro Malatesta sono state scaricate più di 45.000 volte ***

Il 1 settembre 2013, mentre la Spal vince in trasferta contro il Renate, a Ferrara, sull’argine del fiume Volano, viene ritrovato il cadavere di un uomo chiuso dentro una sacca da windsurf. Pietro Malatesta, ispettore outsider della Squadra Mobile, recatosi sul luogo del ritrovamento, conosce il morto, si tratta di un tifoso spallino che non vedeva da quasi trent’anni. Da qui prende il via una delle indagini più nostalgiche della saga malatestiana, un’indagine che porterà l’ispettore a fare i conti con il proprio passato e a decidere, dopo tanto tempo, se sia giunto il momento di ritornare in Curva Ovest. Un atto d’amore verso una città, Ferrara, verso la sua squadra di calcio, la Spal, e i suoi tifosi. Un viaggio negli ultimi quattro decenni della storia calcistica estense e della sua gente.

Dalla nota dell’autore

“Era da tempo che volevo scrivere un libro dedicato interamente alla fede calcistica di Malatesta. La sua devozione per la Spal è la mia devozione per la Spal e questo vuole essere un tributo alla squadra e ai tifosi più belli del mondo.
La parte poliziesca c’è, del resto Pietro Malatesta è uno sbirro, ma è stata, volutamente, relegata in secondo piano. È un romanzo di nostalgia, di ricordi, un atto d’amore nei confronti della mia città e della sua compagine calcistica.”

+++ Vincitore del Premio Liberi Di Scrivere Award 2012 +++
+++ Finalista al Premio Il Mio Libro 2012 +++

COSA HANNO DETTO SU “MALATESTA”

“La capacità dell’autore di immergere Malatesta in una dimensione a noi famigliare, attraverso un sottile gioco di equilibri tra suspense e ritmi più allentati, che conferiscono al suo personaggio, così come a tutti gli altri, quella credibilità che permette al lettore di provare affezione per loro e per le loro storie.” i-libri

“Un romanzo che merita davvero di essere letto, in grado di sfoderare sorprese ad ogni capitolo, per gli amanti del noir ma anche per chi tenderebbe più verso altri generi.” Scrittevolmente

“Un hard boiled 100% italiano, un pulp al tortellino piccante, un nero ferrarese, le indagini di uno sbirro anarchico. Lorenzo Mazzoni dimostra una grandissima capacità nel ripercorrere le dinamiche del Pulp valorizzandole e contestualizzandole nella cultura e nel modo di vivere di una Ferrara che sembra quasi incantata” Nero Cafè

“Mazzoni è uno scrittore di belle storie, alla Graham Greene.” Il Sole 24Ore

“Uno scrittore che sa promuoversi a miglia di distanza dalle muffe letterarie delle nostre province.” Il Mattino

“Lorenzo Mazzoni scrive un romanzo realistico, aspro, beffardo, e anche terribilmente toccante. Il suo narrare è serrato, senza fronzoli, ma accurato e capace di poesia, cinematografico e sensoriale, spiritoso e ritmico.” Sabrina Minetti, scrittrice

L’AUTORE

Lorenzo Mazzoni è nato a Ferrara nel 1974. Ha pubblicato numerosi romanzi, fra cui “Il requiem di Valle Secca” (Tracce, 2006), “Ost, il banchetto degli scarafaggi” (Edizioni Melquìades, 2007), “Le bestie/Kinshasa Serenade” (Momentum Edizioni, 2011), “Porno Bloc. Rotocalco morboso dalla Romania post post-comunista” (fotografie di Marco Belli; edizione bilingue italiano/romeno; Lite Editions, 2012), “Apologia di uomini inutili” (Edizioni La Gru, 2013). È il creatore dell’ispettore ferrarese Pietro Malatesta, protagonista dei noir (illustrati da Andrea Amaducci ed editi da Momentum Edizioni) “Malatesta. Indagini di uno sbirro anarchico” (2011; Premio Liberi di Scrivere Award) e “Malatesta. La Tremarella” (2012; il cui ricavato è andato interamente alle vittime del terremoto in Emilia). Diversi suoi reportage e racconti sono apparsi su “il manifesto”, “Il Reportage”, “East Journal”, “Il reporter” e “Torno Giovedì”. Collabora con “il Fatto Quotidiano”. Vive tra Milano e Istanbul.

Scarica da Amazon cliccando qui


Disponibile su tutte le piattaforme digitali
stores